workshop welding

BIO

Samuel Costantini e Dal Furlo

Samuel Costantini nasce nel 1979 a Fano (PU), dove oggi vive e lavora.
Circondato dalle campagne marchigiane, fin da bambino trascorre molto tempo esplorando il territorio e osservando da vicino i dettagli della natura, lasciandosi trasportare dentro ogni elemento - fiore, foglia, tronco, terra, roccia, torrente - come fosse un altro microcosmo da scoprire, o una storia da ascoltare.

Dopo il diploma, apprende la
lavorazione dei metalli nell'azienda di famiglia, dedita alla creazione di pregiati arredi su misura per il settore luxury. Qui, in officina, ha l'opportunità di imparare direttamente dalle mani di esperti artigiani sia le tecniche tradizionali, sia l'utilizzo di macchinari sofisticati a supporto del lavoro manuale. Si dedica anche alla ricerca e all'innovazione, grazie al confronto professionale con designer e architetti e alla possibilità di sperimentare sul campo.
Negli anni, coltiva questo interesse approfondendo e apprezzando personalità del nostro tempo appartenenti ad ambiti trasversali, quali Carlo Scarpa e Oliviero Toscani. In particolare, lo studio del lavoro di Frank Lloyd Wright risulta fondamentale nella formazione di un proprio linguaggio coerente.

Dopo aver dato forma per 20 anni alle idee progettate da altri, assorbendone i principi e le novità come fosse in una scuola privata, Samuel Costantini sente il bisogno di liberare la creatività per realizzare il proprio pensiero.
Nel 2019 nasce Dal Furlo, la firma delle sue creazioni in metallo che omaggia la riserva naturale della Gola del Furlo, una conca verde disegnata dal tempo e scolpita dalla forza dell'acqua, nel cuore delle Marche.

In una sorta di design organico, ispirato alle forme armoniche della natura che accompagnano da sempre l'immaginario visivo e il mondo interiore dell'artista, Dal Furlo propone edizioni limitate e opere uniche in rame, bronzo e ottone, selezionati spesso tra gli scarti e lavorati interamente a mano, soprattutto a fiamma.
Fondendo, i diversi materiali si trasformano in una sostanza duttile e recettiva, su cui si imprime l'anima del fuoco insieme a quella dello
scultore, con tutto il proprio vissuto. La sfida è quella di lasciarsi guidare dal fuoco e allo stesso tempo di incanalarlo per donare nuova vita alla materia grezza.
Così, dalla combinazione di
tecniche tradizionali con nuove metodologie, nascono lavorazioni complesse e curate fin nel più piccolo dettaglio.

Dalla scultura a complementi d'arredo che sono opere d'arte, ogni superficie metallica è animata da trame e segni che mostrano tutta la potenza del mondo naturale e quell'eleganza formale che ritroviamo nei rilievi delle cortecce, negli intrecci delle ragnatele, nei disegni degli specchi d'acqua o delle correnti dei fiumi.
Samuel Costantini cerca di fissare nell'eternità del metallo lo stesso senso di ricongiungimento che lui prova nel contatto autentico con l'universo, infondendo così un pezzo di sé e della propria terra in ogni opera.

Non esiste una linea di produzione.
L'officina d’arte Dal Furlo è fondata sul lavoro artigianale e realizza esclusivamente a mano e su ordinazione, garantendo l'unicità di ogni singolo pezzo, numerato e firmato.

 

TERRITORIO: Gola del Furlo

 

Un passaggio silenzioso tra sogno e realtà. Attraversata dal fiume Candigliano insinuandosi tra le imponenti pareti rocciose, la Gola del Furlo è un luogo unico, dove la suggestione del paesaggio si unisce ad una grande ricchezza naturalistica. Per me questo è il principale luogo di ispirazione. In questo luogo, molte delle mie creazioni hanno preso vita, incluso il nome. Mi trovo spesso in questi luoghi, a godermi un'escursione in bicicletta o semplicemente una passeggiata con i bambini. Ogni angolo è pieno di bellezza. La natura in tutte le sue forme è davvero straordinaria. Anche le cose più piccole nascondono una storia o un'impresa, come una tela di ragno o un pezzo di corteccia caduta. La frenesia della vita quotidiana ci porta spesso a non apprezzare fino in fondo queste piccole cose e non notiamo cosa si nasconde in quello che ci circonda. Per me il Passo del Furlo è un luogo dove posso evadere dalla quotidianità e aprire gli occhi su ciò che è veramente importante, che sia un bocciolo, una foglia o un bambino che ride

gola del Furlo